Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

I nerd della vecchia guardia

Prendo spunto da questo articolo; lo trovo diciamo somewhat interesting, e tuttavia da qui ho capito di NON essere un nerd. Nel senso che il Mercato è riuscito a corrompere pure quelli; i nerd "di una volta" si chiudevano in casa, dove si dedicavano in maniera insana alle loro fissazioni autistico/schizoidi (quali che fossero, anche roba completamente astrusa e fuori dalla realtà; invece oggi vanno "di moda" le serie tv e i videogiochi, e per i più hipster anche i fumetti), e non avrebbero mai ceduto a una robetta frivola come il merchandising. Il nerd "originario" non si identificava con il consumo, ma semmai con la fruizione dei contenuti a tema, che è già un altra cosa; parliamo di roba non monetizzabile come le wiki monotematiche, le interviste rare agli autori con le rivelazioni sul plot, cose così.

Ecco io sono nettamente un nerd di questo genere. Intendiamoci; un buon 10 euro (ma anche 25, toh) lo avrei mollato volentieri per una roba come la Deus …

Sulla viziosità dell'Occidente, o riflessioni a scazzo annotate al volo

Nel mio lavoro avanzano un sacco di foglietti di carta, molti di più di quanti ne consumo per annotarmi le cose; per cui uso metterli da parte e riutilizzarli. Mettendoli insieme e spillandoli ci vengono fuori interi "quadernini" e piccoli bloc notes riciclati da poter usare per tutte le occasioni. Ad esempio quando stai sulla tazza del cesso, ti viene un intuizione geniale e non vuoi perderla con il defluire dello sciacquone.