Passa ai contenuti principali

"Recensione" Indipendence Day

Lo metto tra parentesi perchè è ben lungi dall'essere imparziale e descrittiva, più che una recensione è un'opinione a caldo.
Ho appena visto Indipendence Day. Non l'ho visto negli anni '90, non l'ho visto negli anni 2000, l'ho visto adesso. Il mio hipsterismo a volte confonde anche me.


Introduzione; come diavolo mi è venuto in mente di guardarlo, tantopiù dopo tanti anni che è uscito.

In realtà c'è una motivazione precisa; da un mesetto ho ripreso a giocare a Fallout 3 e mi sono procurato alcuni dei DLC. Ora, chi conosce (e ama alla follia) quel gioco, saprà bene che i DLC disponibili sono 5. Tuttavia io non sono uno di quei fan accaniti della serie "compro tutti i DLC per partito preso". Costano 10 euro l'uno, e non avevo nessuna intenzione di frusciarmi 50 euro comprando a scatola chiusa. Così ho cominciato a rigiocarci, in modalità "molto difficile" e col gioco liscio (cioè senza nessun DLC) per ingannare il tempo in attesa di decidere quali prendere; e questo mese appena avevo un po' di tempo libero mi sono messo a fare ricerche per vedere quali DLC meritavano, e quali no. Ricerche del tipo, vedere le videorecensioni di IGN (parentesi; non capisco perchè di questo sito tutti ne parlano male. È "memetico" nella community di internet a orientamento videoludico, ma in una maniera tale che viene tipicamente associato all'ignoranza, a recensioni faziose e vendute e urlate, eppure i video che ho visto io non erano così, sembrava più la versione americana di "Parliamo di videogiochi").
Oltre alle recensioni, ho visto un paio di video "a tema", e videorecensioni di utenti scelti rigorosamente a caso, nonchè letto i commenti a tali video, sempre per farmi un idea. Devo dire di averci speso più impegno e interesse che nel capire le presidenziali americane, ma poco male, visto che tanto non le posso votare. Lo scenario che è venuto fuori da queste ricerche è desolante per almeno 3 dei DLC, ma ne parlerò in un post apposito, se mai mi verrà voglia di scriverlo. Ora vorrei focalizzarmi su un DLC in particolare; Mothership Zeta. Possibilmente il peggiore di tutti. Andiamo per ordine. Di seguito dirò alcuni spoiler per quel poco di trama che ha questo DLC, se proprio ci tenete a non rovinarvi la sorpresa vi ho avvisati.

Mothership Zeta fondamentalmente è una storiaccia pulp sci-fi anni '50, trasposta in un videogioco. E con questo ho già incartato perfettamente la "trama", beh quel poco che ha.
In teoria dovrebbe pure starci, visto che il gioco base, e se siete fan della serie lo sapete (e se non lo sapete, allora non siete veri fan della serie) è effettivamente ambientato in un futuro alternativo ispirato agli anni '50. In pratica, io sono appassionato di fantascienza hard (che non è una categoria di PornHub) e quelle storiacce da due soldi per ragazzini facilmente impressionabili mi hanno sempre dato sui nervi, anche se è vero che Asimov e tutti i Grandi Classici alla fine si sono formati su quelle... ma ciò non me le fa schifare di meno. Anzi, me le fa schifare ancora di più quando poi le vado a confrontare ad Asimov, e mi viene da pensare "ma com'è possibile...".

Il fatto che questo DLC sia ispirato da una vena indubbiamente trash (o "pulp", non so esattamente la differenza ma diciamo che il pulp indica "bassa qualità e spessore", pensate ai tabloid nel giornalismo) lo si evince già dalla scena in cui ci sono altre persone catturate e criogenizzate in un congelatore domestico una vasca criogenica, che vengono dal passato, tra le quali un pistolero del Far West e... un samurai giapponese. Con tanto di armatura tradizionale da battaglia e katana. Ok. Quando ho visto questa scena mentre guardavo un playthrough del DLC, ho smesso immediatamente di guardarlo e ho deciso seduta stante che non l'avrei preso; semplicemente non avevo bisogno di sapere altro per farmi un opinione. Tuttavia, se proprio ci tenete, avrei intenzione di scrivere un post su tutti i DLC di Fallout 3 esponendo le ragioni per cui li ho presi, o non l'ho fatto. Se e quando lo farò, edito il post e metterò qui il link.

Dunque, oggi era "il giorno del giudizio" in cui ho deciso di prendere l'ultimo DLC, Broken Steel (che normalmente è il primo che si compra, ma io ero deciso a non prenderlo, poi ho cambiato idea... non fosse altro per quel fottuto level cap aumentato a 30, ma ne parlerò nel post a tema), e dovevo decidere in via definitiva se prendere anche gli altri due che erano "in forse": cioè Operation Anchorage, e appunto Mothership Zeta. Siccome alla fine ho optato di non prenderli e ho preso solo Broken Steel (che continua semplicemente la trama originale del gioco, quindi non fa strani spin-off come tutti gli altri), mi è rimasto un po' il desiderio (come si dice dalle mie parti, "mi è rimasto in gola") di vedere della merdosa fantascienza pulp anni '50, dal momento che, non avendo preso Mothership Zeta, avrei perso questa eccezionale occasione per vedere una storia ridicola sugli alieni - tematica che già di per sè detesto particolarmente. Perchè si, la mente umana è fatta così; a volte siamo semplicemente attratti dalle cose che ci fanno schifo, come per le perversioni sessuali e lo splatter, i video di Andrea Diprè o le trasmissioni su DMax come Il Banco dei Pugni e Rimozione Forzata. E' così, non c'è niente da fare, tantovale soccombere.

Per cui quale modo migliore per soddisfare questa voglia puerperale che andare a scavare quella schifezza di film anni '90, un ibrido tra fantascienza fatta male apposta (qualcuno la chiama "soft" sci-fi) e un film catastrofista all'amerrigana,  che è stato Indipendence Day?

La recensione vera e propria. Se possiamo chiamarla così.

Ricordo che quando uscì il film, vedevo il teaser in televisione - all'epoca c'era una piattaforma per trailer dei film chiamata Coming Soon, ora non so se esiste ancora.
Inciso: a proposito di Coming Soon, e anche per rimanere sul tema trash, ricordo ancora una loro vecchia pubblicità che diceva "internet, così vecchio, così noioso, però c'è il nostro sito, andateci e divertitevi" o qualcosa del genere. Ho provato a cercarla su Youtube ma non la trovo, presumo che se ne vergognano al punto da aver fatto la damnatio memoriae. Fermiamoci un secondo, indugiamo su questa cosa, vediamo di sviscerarla per bene e non facciamoci inibire dall'imbarazzo-per-procura che naturalmente sale, mentre ci si riflette sopra. Cioè, vediamo di spiegare bene quello che stanno dicendo; il cinema è fallito insieme alla televisione, e lo sapete voi come lo sapevo io già a quei tempi, quindi voi per tirarvi un po' su l'autostima, attaccate il medium che vi ha fatto un culo tanto grazie allo streaming - proprio in quegli anni stava uscendo Youtube e Megavideo. Che poi è lo stesso medium sul quale vi pubblicizzate, e non in seconda battuta, no; proprio nella stessa pubblicità prima attaccate l' Internet e poi dite "si, internet è proprio noioso ma visitate il nostro sito, voglio dire l'intera rete informatica globale è noiosa, incluso 4chan, l'intero Youtube con miliardi di video - inclusi i nostri stessi trailer - e Megavideo (oggigiorno Netflix) che sta mandando in crisi il nostro stesso settore; però il nostro sito è bello. Solo quello però, perchè fa riferimento ad un medium palesemente quanto drammaticamente in crisi. Il resto della rete Internet è noia, sissì". 

Cioè ma complimenti calorosi, davvero. 

Ovviamente arriverà qualche coglione che dirà "ah, quanto la fai tragica, ma era ironico!" Beh indovina un po', caro il mio coglione; non è simpatico e non fa ridere. Soprattutto visto che l'internet ha oggettivamente (dati alla mano) sbaragliato qualsiasi cosa, incluso il cinema (che adesso è asservito alle logiche della rete, pensa alle web series e i film indipendenti) e lo stesso Coming Soon. Il che ci fa dedurre che, con questa uscita, quelli del loro team di marketing hanno cercato pateticamente di nascondere il loro inesorabile fallimento facendo i simpatici. Un po' come quando si fa una figura di merda e poi si cerca di uscirne facendo i distaccati, magari appunto con una battuta che non fa ridere; anzi, come in questo caso, in realtà rende ancora più evidente e amara la sconfitta.
Avete presente Shooter Hates You quando legge una dichiarazione di qualche personaggio pubblico incredibilmente ipocrita e incoerente, e scuote la testa incredulo? Tipo Pamela Anderson che dà dei segaioli a quelli che guardano i suoi filmini zozzi su internet, per intenderci. Ecco come mi sento davanti a questa cosa.

Dunque; vedevo il teaser trailer  dove a parte le scritte a caratteri cubitali sul fatto che era ambientato nel giorno dell' indipendenza (il 4 luglio, cosa che già da sola è una cafonata), c'era solo questa scena dove un'astronave aliena sparava un raggio della morte sulla Casa Bianca; e quella è l'unica cosa che mi è rimasta impressa del film per tutti questi anni. Nel mio antiamericanismo da hipster, mi compiacevo all'idea degli alieni che facevano esplodere la Casa Bianca.

Nota: il teaser dovrebbe essere questo, ma non mi ricordavo le altre scene, ricordo solo quella della Casa Bianca; forse era la versione ultra-breve o non ufficiale tagliata da quelli di Coming Soon, o che cazzo ne so.

Ovviamente, proprio come con Mothership Zeta, anche solo da quella scena ho capito subito che era una stronzata megagalattica e l'ho scartato senza pensarci.
Fino a oggi.

Oggi, complice il sentimento di nostalgia postmoderna, misto al desiderio di farsi del male e il gusto dell'orrido di cui ho parlato sopra, ho fatto la stronzata e ho visto il film.

Che dire, c'è solo una parola che lo può descrivere; corny, oppure cornball. Grossomodo si traduce come "melenso" ma significa anche "banale", "triviale", "try-hard", ossia "che cerca troppo duramente di essere figo, fallendo miseramente" e altre cose non proprio gentili.
Se andiamo su Rotten Tomatoes, troviamo altre descrizioni molto concise e accurate; ne cito alcune, sotto c'è il mio commento

Splendidly cheesy entertainment.
(chiara e sintetica)

As unavoidably entertaining as it is hopelessly cornball.
(questa è molto astuta, in effetti le due cose sembrano strettamente legate. Leggetevi l'articolo linkato che è fantastico, sembra Lercio. Noto uscite fantastiche come "personaggi di cartone", "film da popcorn" e il leggendario "è l'esatto opposto di Incontri Ravvicinati del 3° tipo")

If I were a 10-year-old boy, I'd probably think it was the coolest movie going.
(la mia personale favorita)

The earnestness, the effects, and the notion of a whole world forgetting its differences to defeat a common foe carry a certain charm.
(si, se non fosse per il fatto che è più corny dello sciroppo di glucosio invertito. Per dire, quando si scopre che il padre del protagonista è ebreo, mi è salita la glicemia. Però ha fatto una bella interpretazione, lo devo dire)

A throwback to the disaster films of the 1970s, but on a global scale.
(ecco, come dicevo, ma ha dimenticato di dire "misto sci-fi")

Borrowing liberally from War of the Worlds, 2001, Close Encounters and every other sci-fi outing this side of Santa Claus Conquers the Martians, it somehow manages to recycle these reference points and come up with something that works on its own terms.
(non ho capito cosa sarebbe quella cosa di Santa Claus, ma è indubbio che "si ispira liberamente" ai classici)

One quarter of a very decent albeit cliche alien invasion film, and three quarters an unwatchable adventure film.
(questa è possibilmente la recensione più precisa di tutte)

Poi ce n'è una lunga, della quale riporto solo la definizione "B-Movie dal grosso budget". Infine, non voglio neanche commentare Will Smith che poi mi danno del razzista. È semplicemente scandaloso constatare che il regista è lo stesso di Stargate, che ho amato.

Insomma ho finito per farmi male molto peggio che se avessi buttato quei 10 euro per Mothership Zeta. Dovrei aggiungere che qualche tempo fa, con un simile impeto, vidi "La guerra dei mondi" di quel coglione borioso di Spielberg (per non dire Tom Cruise), e persino quello l'ho trovato convincente. Però, certo, è uscito molti anni dopo quando non solo la computer grafica è migliorata di un botto (santoddio, in Indipendence Day le esplosioni non fanno l'onda d'urto, non so da quanti anni non vedevo una schifezza simile) ma era finita la frenesia delle americanate da sala e il mondo del cinema iniziava a mettersi il cuore in pace circa il suo inevitabile declino.

In ogni caso ormai ci ho preso gusto, e il fatto di aver perso tempo a scrivere questo post lo testimonia, quindi se conoscete altre stronzate simili, consigliate. Chissà che qualcuna non incontri i miei raffinati gusti. Tanto, Heinlein e Ray Bradbury possono aspettare.

P.S. stavo per dimenticare; alla fine una cosa buona da questo film l'ho tratta. Ho capito da dove si sono ispirati quelli della EA Games per la fazione degli alieni Scrin di Command&Conquer: 3.

Commenti