20 settembre, 2015

I rischi dello specialismo come limite alla conoscenza

Oggi cerchiamo di fare un po' di luce sull'annosa questione della specializzazione del sapere.
Il post è lungo e pesante quindi, se non vi interessa realmente, lasciate perdere, ve lo dico io stesso.
In compenso mi sono impegnato per trattare l'argomento in modo più sintetico e incisivo possibile, senza divagare su altro.

17 settembre, 2015

Il paradosso della libertà di opinione (a.k.a. la lanterna in mano ai ciechi)

Vorrei fare qui una breve analisi su una situazione "ideologica" assurda che si è venuta a creare nella cultura occidentale, e che ormai si è trascinata per talmente tanto tempo da venire considerata normale. Ma ormai si sa, la normalità è "anormale" e la follia sociale è perfettamente normale.
Allora proviamo a fare un po' di chiarezza.

Io sono anticattolico, e non manco mai occasione di farlo presente, anche nei commenti sotto ai video dove non c'entra un cazzo. Per questo alcuni mi contestano che dovrei essere più "tollerante", che ognuno ha il diritto di pensarla come vuole e di fare nella propria vita quello che cazzo gli pare a lui.
E' un bellissimo principio! Peccato che questo è esattamente il motivo per cui non tollero i cattolici; perchè non si fanno i cazzi loro, perchè sono assolutisti, perchè non tollerano le differenze di opinione, non sopportano, non si capacitano del fatto che esistono persone che non credono al loro dio (porco) e non perseguono la loro morale (fasulla da morire), e non la considerano alla base della società, perseguendo piuttosto i valori umanistici, civili, esistenziali.
Non dico "illuministi" perchè nel pacchetto è incluso il positivismo, e quello non convince neanche me.



Ora, se siete persone intelligenti avrete già capito dove voglio andare a parare, e potreste anche chiudere il post qui, e magari finirla di scassarmi il cazzo sulla mia presunta intolleranza. Ma siccome molti dei lettori random e bloggari di internet sono dei totali imbecilli, proviamo a fare qualche ulteriore spiegazione e discrimine.

Intanto vedetevi questo

Ora, c'è da premettere che io non sono comunista, e non sono esattamente un fan dei partigiani o dell' italia della prima e seconda repubblica (anzi dell'italia in generale, se è per questo, che non a caso scrivo in minuscolo).

Tuttavia Pertini con questo discorso ci ha preso in pieno. Intanto la citazione di Voltaire va dritta al punto; la libertà di opinione, che include la libertà del dialogo e della contesa ideologica, dovrebbe essere un principio fondamentale al quale TUTTI dovrebbero attenersi, "per principio" appunto. Con questo discorso, Pertini l'ha messo in culo in un colpo solo non solo ai fascisti di merda, ma anche ai beceri della democrazia cristiana (e ai socialisti, filo-URSS e feccia varia) che, come si sa, usavano la loro influenza sulla chiesa (o il contrario??? MAH!) per suggerire ai vecchietti rincoglioniti a chi votare tramite i loro sporchi preti (qualcuno ha detto "potere temporale"?) e per l'amor di dio non votare comunista, che ti scomunicano! Dio li odia i comunisti! Alla faccia della "democrazia" cristiana! Questo è fascismo 2.0.
(ok, NON E' fascismo 2.0, quello semmai sono gli stati uniti ma avete capito).

Come corollario, posso ovviamente sostenere che se i cattolici di merda si facessero una damigiana di cazzi loro, io non avrei assolutamente nulla in contrario alla loro esistenza, per miserabile che sia.
Il diritto ad abortire, all'eutanasia ecc. sono per l'appunto DIRITTI, porco dio nessuno vi obbliga ad abortire o a morire senza spantecare 4 mesi come degli animali feriti se non lo volete. Se volete soffrire fino alla fine dei vostri giorni (che è esattamente quello che meritate) fatelo pure, nessuno vi obbliga a praticare l'eutanasia, è una scelta e voi ci volete privare del diritto di scegliere, per questo siete delle merde antidemocratiche, siete come i fascisti e non meritate di far parte di un regime "democratico".

Vediamo stavolta cosa hanno da ribattere le merdine. Tanto lo so già, credete che non le leggo le vostre farneticazioni nei frocial network (che come disse qualcuno, "hanno dato libertà di parola a milioni di imbecilli", ma ovviamente voi ritenete che si riferiva a me, perchè siete delle merde incapaci di ribattere e quindi vi abbassate al livello "chiacchiera da bar", che è appunto il vostro livello culturale, invece di contestare le argomentazioni, cosa che non siete in grado di fare anche perchè, ovviamente, ho ragione io).

Mi diranno che sono un servo del demonio e dei massoni, che sono fuori dalla grazia di dio (il porco miserrimo) e che non andrò mai in paradiso.
A costoro rispondo con una citazione di Shōgun, sebbene sia ampiamente fuori dalla vostra portata (attenzione: possibile SPOILER minore):
quando padre Alvito, lo sporco papista gesuita, ebbe osato dire sul letto di morte del Taikō che, dato che non si era convertito al cristianesimo, non avrebbe raggiunto il paradiso, la Nobile Ochiba, che da sempre aveva trattenuto il suo odio per quel prete barbaro, non gli fece passare liscia questa ulteriore insolenza e gli rispose: "il vostro paradiso passa per il retto di un barbaro?"



15 settembre, 2015

Siete pieni di merda (full of shit)

Sono le 2 e passa di notte, mi sono alzato sull'impeto emotivo solo per scrivere questo post. E' una vita intera che mi trattengo, e non ce la facevo più.

11 settembre, 2015

I terroni sono mafiosi nell'anima

Leggevo il bellissimo "Stronzology" di A. de Silva, e mi è venuta da fare questa riflessione che non c'entra una minchia, ma tant'è. I prodigi della mente olistica.
In verità questa è solo un'introduzione ad un argomento molto, molto vasto, che finirò per riprendere molte volte (sempre se avrò voglia di scrivere) e che volendo ampliarlo sul serio, arriva a toccare la teoria della morale di ampio respiro, la situazione a livello locale, i temi di attualità annessi e connessi e molto altro. Ma non vi farò una palla coi soliti discorsoni, lo prometto. La farò breve.